Album di quartiere | Cederna - Cantalupo |

2017-03-14

Fattibile

Album di quartiere: la guida della città scritta dai bambini E' un laboratorio dedicato alle scuole primarie per la realizzazione partecipata di una guida alla città realizzata con i bambini partendo dall’osservazione del quartiere. Un Album esplorativo utile alla scuola come strumento didattico e divulgativo, parte di un progetto a scala cittadina che racconti Monza attraverso gli occhi di un bambino. Un manuale operativo per promuovere e realizzare la partecipazione dei bambini alla vita della città. Uno strumento aperto (e)sperimentale sulla città ad uso dei cittadini di ogni generazione.

 
Di Elena Verri
 
Categorie Sport ed Educazione
 
Supporti online: 123
 
Supporti cartacei: 227
 
Costo min stimato: 5000 €
 
Costo max stimato: 6000 €
Il laboratorio è proposto alle scuole primarie del quartiere, in collaborazione con scatolAperta, associazione culturale attiva nel campo dei laboratori di architettura e progettazione partecipata. Il lavoro parte dal vissuto dei bambini per cercare di suscitare in loro una migliore coscienza nei confronti dello spazio e della città in cui vivono; osservare, discutere, porsi alcune domande per indagare la vera natura dei luoghi, scoprirne le risorse e i meccanismi; sono tutti passaggi per un percorso di partecipazione volto all’ideazione di un progetto finale, maturato attraverso la collaborazione di più soggetti. La proposta mette al centro dell’osservazione il QUARTIERE quale luogo di sperimentazione e socializzazione attiva dei soggetti nella trasformazione del proprio territorio in un’ottica di sostenibilità ambientale. La costruzione dell’album raccoglierà i risultati degli itinerari guidati, delle esercitazioni grafiche, dei rilievi sensoriali, dei questionari e di tutti gli strumenti che verranno utilizzati, con l’obiettivo di produrre una guida di quartiere visto con gli occhi dei bambini. Il budget di progetto, in conto corrente, include: . Incontri di presentazione, programmazione e coordinamento con gli insegnanti delle scuole . Laboratori in classe con operatori esperti (6-8 incontri per 2 sezioni per Plesso) . Materiali di consumo per lo svolgimento del laboratorio . Progetto e redazione grafica dell’album . Stampa di numero di copie da concordare con la scuola.
Spazio e architettura ci accompagnano durante tutto l‘arco della nostra vita strutturando le nostre relazioni sociali. Osservare, discutere, porsi domande per indagare la reale natura dei luoghi all’interno di un processo partecipato, è occasione educativa e didattica per approfondire la conoscenza dei propri luoghi di vita. Il quartiere offre occasioni esplorative ricche di suggestioni che, con l’aiuto di un facilitatore, possono essere colte, rielaborate e condivise. Promuoviamo il valore dei minori quali soggetti portatori di diritti e di idee, ritenendo che l’avvicinamento all’architettura rafforzi il senso di appartenenza al luogo e di critica nei confronti di ciò che può essere migliorato. E’ un progetto che non riguarda solo i bambini, i loro problemi e i loro servizi, ma in senso più allargato coinvolge l’intera città. Si è scelto il livello della scuola primaria perché è in questi anni che i bambini assumono la funzione paradigmatica dell’altro. Possiamo considerare i bambini e i loro sguardi degli strumenti di cambiamento e approfitteremo dei loro suggerimenti per consegnarli agli altri cittadini come un invito ad osservare con occhi deversi la nostra città. L’esperienza integra e approfondisce alcuni aspetti legati al progetto internazionale "La città dei bambini" al quale il Comune di Monza ha aderito da tempo, e che rappresenta un forte impegno politico per il rispetto dei bambini e per il cambiamento della città. “Monza città dei bambini”.
Consideriamo ogni quartiere come un tassello importante per costruire l’identità della nostra città, che non si risolve unicamente all’interno del suo patrimonio storico monumentale, bensì nel valore degli spazi vissuti quotidianamente da ciascuno dei suoi cittadini. Il progetto realizzerà per ogni laboratorio attivato uno strumento didattico attraverso una esperienza partecipata che potrà essere utilizzato dalla scuola a fini esplorativi e divulgativi. Un percorso di crescita del bambino, delle sue capacità osservative dei luoghi e del proprio ruolo all’interno della comunità. Stimolarne la curiosità nei confronti dell’ambiente urbano, del quartiere e dei suoi abitanti è un obiettivo attuale per la crescita di piccoli utenti domani cittadini responsabili del quartiere che abitano e di cui dovranno in futuro prendersi cura. Il risultato tangibile è un manuale d’uso, una sintesi osservativa della città, che metterà al centro il punto di vista degli utenti solo apparentemente più inesperti. Un contributo all’intera collettività quale strumento di cambiamento anche dei comportamenti della città adulta. Si comporrà un mosaico di interventi che delineerà nel tempo una mappa significativa dei bisogni e delle necessità, che i bambini manifestano nei confronti di noi adulti. Un esplicito invito a considerare i bambini e i loro sguardi come suggerimenti, da trasformare in un invito forte verso un cambiamento, in una fertile prospettiva di sviluppo sostenibile per la città.

immagini